Arte al femminile (243)

La carica innovativa dell’impressionismo trova proseliti in tutta Europa.

Sarah Purser nasce a Kingstown, nella contea di Dublino, nel 1848, prima degli 11 figli di Benjamin Purser e Anne Mallet. I Pursers sono produttori di birra, venuti in Irlanda nel XVIII secolo, emigrati dall’Inghilterra. Il padre di Sarah alterna l’attività imprenditoriale con l’insegnamento presso la Scuola Reale di Portora (uno dei suoi allievi è Oscar Wilde). Sarah riceve una buona istruzione, secondo le modalità del tempo e impara molto bene il francese. Quando il padre emigra in America, in seguito a difficoltà finanziarie, si stabilisce con la madre e i fratelli a Dublino. Il suo naturale talento le permette di iscriversi alla Dublin School of Art. Nel 1872 espone parecchi lavori alla Royal Hibernian Academy. Dopo questo evento, grazie all’aiuto dei fratelli, va a Parigi e frequenta l’Accademia Julian. Qui stringe amicizia con l’artista svizzera Louise Breslau, con l’impressionista Berthe Morisot e con la pittrice russa Maria Bashkirtseff. Si specializza nel ritratto. Nel 1880 torna a Dublino e inizia in modo professionale l’attività di ritrattista. Alcuni dicono che i suoi ritratti più riusciti siano quelli fatti a persone intelligenti, soprattutto uomini intelligenti, mentre i soggetti femminili sono più convenzionali. Grazie al suo talento e alla stima ottenuta ottiene parecchie commissioni, tanto da affermare: “Ho attraversato l’aristocrazia britannica come il morbillo”. S’interessa all’impressionismo e organizza nel 1899 un’importante mostra a Dublino di opere di Corot, Courbet, Degas, Manet. In seguito si cimenta nel vetro colorato, tanto da fondare un’officina nel 1903, che diventa uno dei migliori laboratori di vetrate del mondo. Le vengono ordinate vetrate anche da New York. Molto attiva nel mondo dell’arte di Dublino, s’impegna nella fondazione della Galleria Municipale di Hugh Lane. Nel 1932 diventa il primo membro femminile della Royal Hibernian Academy. Fino alla morte, nel 1943, vive in una bellissima dimora, che lascia per frequenti viaggi in Europa.

Sue opere si trovano nella National Gallery di Dublino.

nDKBkqh6U92SSwzw_pDuNYi_0I3qYqlVNMiKdJmSAiLVqtDNUk73vY3GdQXN7fhfdLhW03k=s85.jpg

Kathleen,+Sarah+Purser.jpg H2548-L27123611.jpg

NI_NMNI_BELUM_U121.jpg

Purser649width.jpg

 

Annunci