Amore adolescente…

9788807701504_quarta.jpg.600x800_q100_upscale.jpg BG11F10_3963429F1_8808_20131014202528_HE10_20131015-0055-kA4D-U431908503095258yF-593x443@Corriere-Web-Sezioni.jpg

L’uomo che non ho sposato parte in una grigia giornata d’ottobre. Rosi sta guardando la Senna, ma un passante, credendo che voglia suicidarsi, la trascina via dal parapetto. L’uomo l’invita in un bistrò per bere qualcosa: guardandosi attentamente i due si riconoscono. Rosi ritrova così il suo primo amore, Salvatore (Tore). L’incontro è l’avvio per un racconto in cui si alternano ricordi dell’adolescenza di Rosi e il momento attuale. Rosi aveva solo 12 anni quando era diventata la ragazza di Salvatore e lui era stato il suo iniziatore al sesso, il suo punto di riferimento in un periodo inquieto, di ricerca della propria strada e della propria identità, come avviene nel periodo adolescenziale. Adesso Salvatore ha aperto un ristorante, ha moglie e due figli, mentre Rosi è scrittrice ed è rimasta single. La passione di una volta riemerge in una lunga notte che passano insieme: lui sempre vitale, passionale e un po’ bastardo, lei ironica e ribelle. Alla fine tutto rimane sospeso, ma Rosi è ormai matura…

Rosi è un personaggio che desta simpatia nel lettore e rappresenta gli ardori, la leggerezza, l’inesperienza dell’adolescenza e l’importanza del primo amore, che assume valore totalizzante.

Un racconto coinvolgente, che si legge rapidamente, apparentemente leggero, con uno sfondo di malinconia. Ancora una volta il periodo adolescenziale si presta ad essere rivisitato in chiave romanzesca, date le sue caratteristiche particolari, in cui tutti un po’ ci ritroviamo.

Rossana Campo nasce a Genova nel 1963. Famiglia di origine napoletana. Vive tra Roma e Parigi. Esordisce come scrittrice nel 1992 con La storia di Gabri. Nello stesso anno esce In principio erano le mutande, da cui è tratto il film omonimo. Con Feltrinelli pubblica: Mentre la mia bella dorme, Sono pazza di te, L’uomo che non ho sposato, Duro come l’amore, Più forte di me, Lezioni di arabo. Nel 2012 esce Felice per quello che sei e nel 2013 Il posto delle donne. È autrice della commedia radiofonica Il matrimonio di Maria e di un libro per bambini, La gemella buona e la gemella cattiva.

Nel marzo 2002 esordisce come artista figurativa con una personale alla Galleria Pintapiuma di Genova. Nel maggio 2003 c’è la sua personale Bambine chiuse, ragazze chiatte, mamme bisbetiche. Questa volta la storia la raccontiamo noi. Nel 2012 esce il catalogo delle sue opere pittoriche: L’arte soppianta tutti gli altri enzimi. Opere 2000-2011, edito da Il Canneto.

246581_221730744611038_1377664698_n.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...