Arte al femminile (225)

Il ritratto è uno dei più antichi generi pittorici che la storia dell’arte ci abbia tramandato, a testimoniare che da sempre l’uomo è animato da un profondo, fondamentale desiderio: affidare la propria immagine ad un dipinto per opporsi all’avanzare del tempo con la preservazione della memoria, costruire un altro sé dotato di vita propria, realizzare il sogno faustiano dell’immortalità, un inganno a metà tra verità ed illusione dal fascino sottile e vagamente inquietante.

In realtà il ritratto non è solo un genere pittorico, ma una rappresentazione della percezione che gli artisti di ogni epoca ebbero di sé e dell’uomo più in generale, ciascuno secondo il proprio tempo, la propria cultura e la propria storia.

290848-1338990198.jpg

GAGGIOTTI RICHARDS EMMA nasce a Roma nel 1825. La famiglia prende stabile residenza a Roma nel 1848, per seguire le inclinazioni artistiche di Emma che entra come allieva nello studio di Tommaso Minardi, professore di disegno presso l’Accademia di San Luca, legato alla tradizione Neoclassica. Durante una permanenza ad Ancona, per seguire gli insegnamenti di Nicola Consorti, conosce un nobile inglese, Alfred Bate Richards, che sposa e con cui va a vivere a Londra. In Gran Bretagna si mette in luce come ritrattista negli ambienti aristocratici. Per la regina Vittoria replica un Autoritratto (che ha già esposto alla Royal Academy) e dipinge alcune figure allegoriche (Fede, Speranza, Carità, Amore di Dio). Esegue per Napoleone III Le quattro stagioni per il Castello di Fontainebleau e realizza un Ritratto a cavallo del futuro imperatore Guglielmo I di Prussia. Nel 1853 torna brevemente a Roma, dove dipinge un Ritratto della propria famiglia per donarlo a un amico. Negli anni seguenti risiede ad Ancona e quindi a Firenze. Durante un soggiorno a Berlino, nel 1855, ritrae il barone A. von Humboldt, esploratore e giornalista tedesco. Si distingue anche come autrice di soggetti sacri e mitologici. Muore a Velletri (Roma) nel 1912 a 87 anni.

I suoi quadri uniscono elementi classici e pensosità “moderna”.

l%27e%CC%81te%CC%81_1842%3A49_emma_gaggiotti_richards.jpg $_35.JPG

image.jpg 5f644e6073bf2758bb9074d976b7f6dd.jpg

adelaide_anne_mary_procter_emma_gaggiotti_richards.jpg

H0043-L07260937.jpg

hope_1850_emma_gaggiotti_richards.jpg

religion_1852_emma_gaggiotti_richards.jpg

Annunci

2 pensieri su “Arte al femminile (225)

    • Mi congratulo con lei per questa sua antenata. Non sono una specialista in campo artistico, ma solo un’appassionata, con tutti i conseguenti limiti. Mi risulta che l’autoritratto di Emma si trovi nella “Queen’s gallery” a Buckingham Palace. “Nudo di donna- Venere” si trova nella Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti a Firenze. Le decorazioni commissionate da Napoleone sono nel Castello di Fontainebleau. Molti quadri fanno parte di collezioni private e il nome della sua antenata appare in importanti aste. Se riesco a reperire altre informazioni glielo faccio sapere senz’altro. Grazie dell’attenzione. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...