I lati oscuri del cuore…

2884302.jpg

Il cuore in ombra è un romanzo in cui ci sono vari elementi: mistero, ricordi, incubi, erotismo, sofferenza. La protagonista è Qu che ha deciso di chiudere il cuore per sempre (da cui il titolo) dopo aver molto sofferto per l’abbandono del padre e il suicidio della madre. Qu è il diminutivo di Quasar, un oggetto astronomico molto distante, in grado di emettere spaventose quantità di energia e di luminosità. I genitori hanno voluto con questo nome introdurre la loro figlia nel mondo con un auspicio di luce e splendore, mentre sembra che la ragazza abbia deciso di mettere il cuore in disparte, diventando talvolta spietata.

Qu riesce ad avere una vita sentimentale complicata, diventando contemporaneamente amante di Brina, proprietaria di una galleria d’arte in cui lavora come segretaria e di suo fratello Sebastian. Qu è disincantata, cinica, decisa a difendere un’autonomia faticosamente conquistata. Brina è fragile, bisognosa di rassicurazioni e amore. Sebastian trova in Qu la propria rovina. C’è poi un personaggio enigmatico, che proviene dal passato di Qu, che la osserva in segreto e le scrive lettere, che non trova il coraggio di spedire. Si tratta del padre, che cerca invano di ricucire un rapporto con la figlia.

Nel romanzo si alternano eventi del passato, le vicende presenti che coinvolgono Qu e le lettere che il padre le scrive. Qu è chiusa in un isolamento senza scampo, che crede l’unica salvezza.

“E questo sono diventata, una persona cattiva: cattiva, pericolosa e sola, come ogni sopravvissuta…”

Una vicenda drammatica, un romanzo che parla dei lati oscuri della vita, dell’incapacità di perdonare, della rabbia, mantenendo eleganza ed equilibrio di stile.

Maria Stella Conte, romana, ha pubblicato anche Terza persona singolare e La casa dei gusci di granchio. Nel 2007 è stata selezionata per il Premio Strega.

Scrive i suoi libri a matita, non per la possibilità di cancellare, ma perché ama la lievità del tratto della grafite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...