Arte al femminile (204)

Alciati Evangelina.jpg

4.htm2.jpg

Per un po’ di tempo abbandono la scena europea, per concentrarmi sulle artiste italiane, di cui riesco a trovare notizie, inquadrando il periodo dall’Unità d’Italia sino alla Prima Guerra Mondiale.

Alciati Evangelina nasce a Torino nel 1883 da Francesco, ingegnere, e da Caterina Silvia Aschieri, discendente da nobile famiglia anconetana. Rimane orfana di padre ancora bambina. Segue il percorso scolastico ordinario presso la scuola femminile “Domenico Berti”, dove conosce la scrittrice Carola Prosperi che così la descrive: “..conobbi Evangelina Alciati alla Scuola Femminile Domenico Berti, dove si studiava per diventare maestre… Era piccola di statura e graziosa, ma non fragile, sebbene avesse mani e piedi piccolissimi… Aveva i capelli fini come seta, di un castano bruno, molto lisci, e una ciocca le cadeva sempre sulla fronte… Portava la gonna e la camicetta come tutte noi, ma metteva spesso sotto il colletto la cravatta alla Vallière, come portavano allora gli allievi pittori, quelli che chiamavano bohémien….”

Si iscrive poi all’Accademia Albertina, dove diventa allieva di Giacomo Grosso e dove si diploma in disegno e pittura. Prima donna a frequentare quest’Accademia, qui conosce il pittore Pietro Anacleto Boccalatte, con il quale, infrangendo le regole del tempo, convive per diversi anni per sua decisione e con cui ha un figlio nel 1907, Gabriele. Prima della nascita del figlio, dal 1903 al 1906, soggiorna a Parigi, frequentando l’ambiente artistico assai vivace e aperto al nuovo, con esiti decisivi per la sua carriera di pittrice. Nel 1912 (a 29 anni) presenta alcuni ritratti all’Esposizione Internazionale di Venezia. Sue opere sono acquistate dal Museo Civico di Torino. Si trasferisce in seguito a Roma nel 1914, per un soggiorno di studio, partecipando a importanti esposizioni. Nel 1919 è di nuovo a Torino, dove è presente a un’ esposizione con Ritratto d’uomo seduto, quadro considerato dai critici come una novità in un panorama artistico abbastanza piatto. Il Ministero della pubblica Istruzione acquista la tela per 4000 lire e la si può ammirare alla Galleria d’Arte Moderna di Torino. A 35 anni Evangelina è un’artista pienamente affermata, un punto di riferimento nel panorama artistico italiano. Appassionata di letteratura, ama la musica, che ascolta dal loggione del teatro, fra il pubblico ordinario. Generosa, severa con se stessa e le proprie opere, pur essendo ormai famosa, disdegna tutti gli eventi mondani. Nel 1938 il figlio Gabriele, maestro di pianoforte, muore durante un’escursione sul monte Bianco, lasciando la moglie e un figlio di 1 anno. Evangelina si chiude nel proprio dolore e anche la sua pittura rispecchia questa scelta: moltissimi gli interni di casa, i fiori, in vaso o recisi. Durante la guerra del ‘15/’18 si rifugia a Montà, ritraendo questo mondo agricolo. Tornata a Torino, nella sua casa vicino al Po e di fronte alla collina, sceglie il paesaggio come soggetto delle proprie opere. Muore nel 1959.

La sua opera continua a essere esposta in gallerie pubbliche e private. Nel 2014 viene realizzato un film sulla sua vita, La Libertà allo specchio. Ritratto di Evangelina Alciati, con la regia di Vanni Vallino. Nel 2015 le viene dedicata una mostra monografica all’Accademia Albertina dal titolo L’occhio e l’anima.

Evangelina si è interessata alle tendenze artistiche della prima metà del ‘900, dalla pittura post impressionista, all’espressionismo, alla metafisica.

3.htm3.jpg

6.htm5.jpg

alciati_evangelina5G.jpg

alciati_evangelina-triste_madre_maternità~OMe5c300~10250_20100330_1472_88.jpg

EVANGELINA-ALCIATI-Ritratto-di-Fiorenza-Boccalatte-1935-olio-su-tela-cm-59-x-445-Collezione-Lorenzo-Boccalatte-Arese-Milano.jpg

9e43de51da60ccb24db479e1ffb6921c.jpg

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...