Evasioni nel sogno…

2291376.jpg 220px-Maïssa_Bey_-_Comédie_du_Livre_2010_-_P1390386.jpg

La notte sotto il gelsomino è un insieme di 11 racconti tutti ambientati in Algeria, che hanno come protagoniste donne (figlie, madri, amanti, sorelle…) che vivono condizionate da una società che rende loro difficile realizzarsi. Con uno stile vivace, puntuale e ricco di atmosfere, la scrittrice descrive i sentimenti delle protagoniste, i risentimenti, i sogni, le paure, con riferimenti a un’attualità spesso crudele e dolorosa. A volte è la scrittrice che parla per loro, altre volte sono i personaggi che raccontano, che descrivono, che riflettono. Queste novelle sono piene di suoni, profumi, scorci di paesaggio, interni di case con i movimenti, i colori e gli odori del quotidiano. La scrittura è deliziosa. Un libro che mi è piaciuto molto!

“Lei canticchia. Appena un mormorio. Parole indistinte. Ci sono sempre parole d’amore nelle canzoni che le vengono alle labbra. Lascia scorrere a lungo l’acqua. Che sia abbastanza fresca da ridarle vita ogni mattina….O mio giardino d’acqua fresca e d’ombra le finestre sono aperte e il sole è scivolato senza indugi nel mezzo di un sorriso venutole alle labbra, lei non sa come lei non sa perché….Rumori del mattino, cadenza dei giorni. Misteriosa e dolce canzone, ritornello che la inseguirà per tutto il giorno. Ritrovare le parole di quell’aria che canta in lei la notte sotto il gelsomino sì quella canzone d’altri tempi venutole alle labbra lei non sa come lei non sa perché la notte del gelsomino è forse quello, solo l’odore non l’oscurità…”(pag11)

 

Maissa Bey è nata nel 1950 a Ksar-el-Boukhari, nel sud dell’Algeria. Insegna francese in Sidi-Bel-Abbès nell’Algeria occidentale. È fondatrice e presidente di un’associazione di donne algerine, «Parola e scrittura», nella quale anima laboratori di scrittura e di lettura. È autrice di romanzi, racconti e opere teatrali: Au commencement était la mer (1996), Nouvelles d’Algérie (1998), A contresilence (1999), Cette fille-là (2001), Entendez-vous dans les montagnes (2002), Eclats de silence (1999), La plume et le couteau (2003). Ha ricevuto vari riconoscimenti ufficiali per le sue opere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...