Arte al femminile (193)

annie.jpg

Annie Robinson Swynnerton nasce nel 1844 a Hulme, Manchester, da Francis Robinson, avvocato e da Ann Sanderson. Vive in una famiglia numerosa, con 6 sorelle. Inizia a dipingere acquarelli sin da ragazza, per integrare il reddito familiare. Anche le sorelle Emily e Julia hanno notevoli doti artistiche, mentre un’altra sorella, Adela, sposerà uno scultore. Ciò dimostra che l’arte in casa Robinson è tenuta in grande considerazione. Si forma alla Scuola d’Arte di Manchester dal 1871. Qui vince una borsa di studio per un dipinto a olio e acquarello. Dal 1874 al 1876 la troviamo a Roma, dove prende lezioni di pittura insieme all’amica e collega Susan Isabel Ducre presso L’Accademia di San Luca. Insieme le due artiste si recano poi a Parigi, dove frequentano l’Accademia Julian dal 1877 al 1880. Annie si ferma a Manchester dal 1880 al 1882 e quindi per qualche periodo a Londra. Insieme a Isabel e ad altre artiste locali fonda a Manchester la Società delle Donne Pittrici, per fornire uno spazio e strutture che permettano alle donne artiste di lavorare insieme e fare studio dal vero. Durante un soggiorno a Roma incontra lo scultore Giuseppe Swynnerton, che sposa nel 1883, a 39 anni. A Roma rimane, tranne qualche parentesi inglese, sino alla morte del marito nel 1910. Nel periodo romano i suoi quadri risentono dell’amore per la pittura rinascimentale. Tornata in Inghilterra espone alla Royal Academy, ottenendo notevole successo: i suoi quadri sono acquistati da personalità di spicco del mondo dell’arte. Nel 1922 viene eletta come membro associato della Royal Academy, grande privilegio per quei tempi.

Si segnala come femminista e suffragetta, lottando per il riconoscimento dei diritti civili delle donne. Nel 1923 espone in importanti gallerie e sue opere entrano nei musei nazionali inglesi. La sua vista si deteriora progressivamente, ma Annie resiste indomita e continua a dipingere e a esporre alla Royal Academy. Muore nel 1934, nella sua casa a Hayling Island, vicino a Portsmouth, dove si è trasferita per il clima migliore rispetto a quello di Londra. Sulla pietra della sua tomba si legge. “Ho conosciuto l’amore e la luce del sole, che altro si può chiedere di più?”

Dipinge soprattutto ritratti, figure e scene allegoriche. Annie dichiara che “vitalità” è la parola che meglio riassume il suo lavoro. Nelle raffigurazioni di bambini, soprattutto in quelli rappresentati all’aria aperta, ha voluto esprimere la giovinezza del suo cuore, la gioia di vivere e l’abbandono al fascino di luce e colore. Particolare è il quadro Il senso della vita che mostra un angelo che sembra aver trovato il paradiso in terra in tutto ciò che vede, forse una raffigurazione di come si sente Annie nel suo ruolo di artista visuale.

273px-Swynnerton_The_sense_of_Sight.jpg

I suoi lavori si trovano in collezioni private in Inghilterra, Scozia e all’estero, oltre che in vari musei (Cheltenham Art Gallery, Tate Galery, Manchester Art Galery, Nottingham City Museums, Dublin City Gallery…).

fe01f0d7379ff3d5ad4d02da14e8b027.jpg 239px-Annie-Louise_Swynnerton_-_Hope.jpg the+letter+1900-1920+annie+louisa+swynnerton.jpg 183px-GlowWorm_Swynnerton.jpg Annie+Louisa+Swynnerton+3.jpg b5c9d0765fb57e5b5a4ab82f9f5e67ec.jpg 902de2db74dd97ae28b73d070db4950c.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...