Arte al femminile (162)

Oggi faccio un “salto” in America latina, in Argentina, per incontrare un’altra donna eccezionale.

2000px-Provincia_de_San_Juan_(Argentina).svg.png

Procesa_sarmiento.jpg dak75cem_medium.jpg

Procesa del Carmen Sarmiento è considerata la prima donna pittrice argentina (almeno tra le artiste conosciute). Nasce a San Juan nel 1818 da Paula Albaraccìn e Josè Clemente. Minore di 5 figli, è sorella del più celebre Domingo Faustino Sarmiento (scrittore, educatore e politico), che diviene presidente dell’Argentina tra il 1868 e il 1874. I primi insegnamenti li riceve in casa e manifesta un precoce talento artistico. Nel 1830 Procesa inizia a studiare disegno presso la scuola Santa Rosa de San Juan, fondata da suo fratello e nel 1836 diventa allieva di Amadeo Gras (pittore e musicista di origine francese). L’infanzia e la gioventù si sviluppano in un periodo difficile per la società argentina, caratterizzato da instabilità politica e conflitti civili. Costretta all’esilio nel 1841 con la sua famiglia, per l’opposizione al governo di Juan Manuel de Rosas, si trasferisce in Cile. Il fratello fonda una scuola, con le stesse caratteristiche di quella di San Juan, a San Felipe de Aconcagua, e lavora come giornalista. Procesa insegna per un periodo in questa scuola, poi si trasferisce nel 1843 a Santiago, dove ha modo di studiare con il pittore francese Raymond Monvoisin, precursore delle scuole artistiche in Cile. La permanenza nella capitale cilena influenza molto lo sviluppo della sua personalità e della sua arte. Oltre a frequentare una scuola di pittura, Procesa collabora con il fratello nei suoi progetti e attività, avendo l’opportunità di incontrare grandi personalità, intellettuali argentini e cileni, espandendo i propri orizzonti e la propria cultura. Procesa incoraggia l’espressione artistica tra le donne, continuando l’attività didattica presso famiglie benestanti della città. Il ritratto è la sua specialità e ha modo di rappresentare personaggi illustri del suo tempo. Fa anche quadri di fiori, paesaggi e motivi religiosi. Oltre alla pittura a olio, si dedica alla tecnica dell’acquarello, del disegno a matita, a inchiostro e ricerca nuove tecniche che uniscano vari materiali.

Nel 1850 sposa l’ingegnere Benjamin Lenoir, da cui ha due figlie, Sofia e Victorina. Sospende l’attività artistica, sino a quando un incidente accorso al marito la costringe a riprendere l’insegnamento di pittura e lingue straniere sia a casa che in alcuni collegi. Nel 1857 la famiglia Sarmiento può tornare in Argentina e si stabilisce prima a San Juan, poi a Mendoza, per poi dover tornare in Cile, per i contrasti tra Domingo e altri gruppi politici. Nel 1868 Procesa può tornare definitivamente in Argentina: nel 1872 diventa insegnante di pittura nella Escuela Superior de Niñas e nel 1878 la ritroviamo come Presidente della Societad de Beneficencia. Il marito muore e le figlie si sposano, per cui rimane sola. Si dedica interamente all’attività artistica e all’insegnamento. Le sue opere vengono esposte in varie mostre. Nel 1882 partecipa a un’importante esposizione nazionale a Buenos Aires, dove vince una medaglia d’argento. Nel 1884 organizza una mostra con i lavori delle sue alunne.

Procesa muore nel 1899, a 81 anni.

procesa-del-carmen-sarmiento-retrato-de-donia-librada-leticia-albarracin-de-albarracin-pintores-latinoamericanos-juan-carlos-boveri.jpg 175px-Oleo_de_Procesa_Sarmiento3.jpg procesa-del-carmen-sarmiento-retrato-de-maria-luisa-klappenbach-pintores-latinoamericanos-juan-carlos-boveri.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...