Realtà e illusione…

6085-3.jpg

L’attentato è un romanzo drammaticamente attuale. Inizia con un tragico attentato in cui rimane coinvolta la voce narrante del racconto e si conclude con gli sviluppi di questo tragico episodio. Il protagonista è il dottor Amin Jaafari, un valido chirurgo di origini arabe, che vive a Tel Aviv. Ha appena concluso con successo un’importante operazione, quando al suo ospedale scatta l’allarme e arrivano i feriti e i morti di un attentato terroristico avvenuto in un ristorante dei paraggi. Dopo interminabili ore passate in camera operatoria, Amin torna a casa sfinito. Una telefonata dell’amico poliziotto Naveed lo mette di fronte a un dramma terribile: deve riconoscere il corpo dilaniato della donna che si è fatta esplodere causando la strage. Quella donna è sua moglie Sihem! Inizialmente rifiuta in ogni modo la realtà, poi decide di affrontare un viaggio verso i luoghi da cui provengono i terroristi, per capire come una donna giovane, bella, intelligente, sensibile, abbia potuto scegliere una strada così devastante. Inizia un’indagine personale: «voglio sapere chi ha indottrinato mia moglie, l’ha bardata di esplosivo» ma soprattutto perché «non sono stato capace di farle preferire la vita». La ricerca lo porta alla verità dei fatti. Si tratta per Amin di un percorso complicato, intimo, devastante, che si colora inevitabilmente di ricordi personali.

Un libro coinvolgente, toccante.

«Un affresco che ha il pregio di far entrare il lettore in una realtà difficile da comprendere. Un inno alla vita pur nella inevitabilità del dolore e nella fragilità della condizione umana». – Il Sole 24 Ore

Yasmina Khadra, pseudonimo di Mohamed Moulessehoul, è uno scrittore stimato e apprezzato nel mondo intero. Nato in Algeria nel 1956, reclutato alla scuola dei cadetti a nove anni, è stato ufficiale dell’esercito algerino. Dopo aver suscitato la disapprovazione dei superiori con i suoi primi libri, ha continuato usando come pseudonimo il nome della moglie. Nel 1999 ha lasciato l’esercito svelando così la sua vera identità e ha scelto di vivere in Francia. In Italia sono pubblicati molti dei suoi romanzi, tra cui i due noir Morituri (1998) e Doppio bianco (1999), e Quel che il giorno deve alla notte (2009), miglior libro del 2008 per la rivista letteraria «Lire» (adattato a film nel 2012). Con Sellerio: Gli angeli muoiono delle nostre ferite (2014), Cosa aspettano le scimmie a diventare uomini (2015), L’ultima notte del Rais (2015) e L’attentato (2016), dal quale è stato tratto il film di Ziad Doueiri.

Annunci

4 pensieri su “Realtà e illusione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...