Narrazione e sogno…

311K72c2ReL._BO1,204,203,200_.jpg 0683948.jpg

Malvina è il nome della protagonista di questo racconto “sognante”, particolare, in cui si rincorrono fatti e scrittura. La storia inizia con la nascita dell’innamoramento repentino tra Malvina e un giovane scrittore in crisi. Malvina restituisce allo scrittore la voglia e l’ispirazione per scrivere, diventa l’ispiratrice di una storia di cui è protagonista. Si mescolano così due vicende che scorrono quasi parallelamente: le esperienze che fa Malvina e la narrazione che di queste fa lo scrittore. La ragazza si lascia incantare dalla cantilena di una vecchia vagabonda e decide di andare a Venezia per capire il senso di quanto ascoltato. Qui incontra Gregor, il vecchio del mare, che, seduto ogni giorno al solito tavolino del solito caffè, aspetta il ritorno di una ragazza “coi capelli color della seta mortuaria”. Malvina entra nella vita di Gregor, sostituendo quasi la misteriosa ragazza che lui continua ad attendere, e ne conosce la storia: le avventure sui mari, i luoghi lontani, la morte di un amico… Alla fine Malvina torna dallo scrittore, che ha ormai concluso il suo romanzo…

Un libro strano, in cui si mescolano sogno e realtà. Più che per la storia narrata colpisce per le atmosfere che riesce a creare.

Il giovane scrittore sta già parlando. Le dice che presto potrà leggere il libro, lì troverà le risposte. O forse non c’è bisogno di sapere altro, ha ragione lui. Una storia non serve a spiegare, la si sceglie per farsi confondere, per mischiare eventi smemorati e confini imprecisati. Non ha molta importanza sapere. L’unico desiderio è leggere una storia compiuta, le ombre che rimangono e che sono forse il luogo vuoto…” (pag.141)

Silvia Andreoli è nata a Verona nel 1970. Si è laureata in Legge alla Statale di Milano con il massimo dei voti. Vive tra Verona, Milano e Parigi. Nel 1995 ha pubblicato “Follia di ricordi sbagliati”, nel 2001 il libro di racconti, “Senza un tempo preciso” (con l’editore indipendente Colpo di Fulmine). Nel 2004 esce “Malvina” e nel 2005 “Busserò per prendere la notte”. Nel 2006 pubblica “Tutte le donne che ho in me” e “C’è qualcosa nell’aria”, nel 2011 “Lasciati guardare”.

Annunci

2 pensieri su “Narrazione e sogno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...