Arte al femminile (141)

Ritratti e ancora ritratti…

Ann Hall è stata descritta come la creatrice di miniature di maggior successo all’inizio del XIX° secolo a New York. Diventa famosa soprattutto per i ritratti di bambini e giovani spose. Molte delle sue composizioni sono considerate troppo “sentimentali”, ma la sua popolarità ai suoi tempi è tale che le sue miniature hanno un prezzo molto alto (spesso sino a 500 dollari per commissione!). I suoi ritratti di bambini sono definiti “un elegante bouquet ben organizzato”.

Ann nasce a Pomfret (Connecticut), nel 1792, sesta degli 11 figli sopravvissuti di Jonathan Hall, un valente medico, e di Betsabea Mumford. Il precoce talento artistico viene incoraggiato dalla famiglia, e Ann inizia a sperimentare diverse tecniche: figure in cera, immagini di fiori e nature morte ad acquarello e matita. Nel 1808 va a New York, per studiare pittura a olio con Alexander Robertson. Durante la sua permanenza nella metropoli può osservare una mostra temporanea di dipinti antichi provenienti da una collezione privata. Si appassiona poi a copie di composizioni di maestri italiani come Tintoretto e Guido Reni, osserva anche con attenzione i dipinti religiosi europei, cercando di adattare ai propri quadri le modalità e gli elementi di quelle composizioni con più personaggi.

Nel 1817 partecipa a mostre presso l’America Academy di Belle Arti. I lavori iniziali sono miniature raffiguranti membri della sua famiglia. Dal 1820 si trasferisce stabilmente a New York presso la sorella Eliza Sala Word, pure lei pittrice e moglie di un pittore. La casa di Eliza diventa ben presto un centro di cultura, frequentato da personaggi illustri, mecenati e sostenitori delle due sorelle.

Nel 1828 diventa membro associato della National Academy of Design e nel 1829 ne è membro effettivo con voto unanime dei soci. Presso questa Accademia espone sino al 1852. Ann non si è mai voluta sposare e muore a 71 anni nella casa della sorella. Ha lasciato un patrimonio di 100.000 dollari, una fortuna guadagnata solo con la sua attività artistica.

L’interesse per il suo lavoro viene ripreso nel 1904, quando la casa della sorella viene venduta dagli eredi e nella soffitta vengono trovati molti dipinti di Ann.

Suoi lavori si trovano al Metropolitan Museum of Art, al Philadeplphia Museum of Art, al The Walters Art Museum del Maryland e in collezioni private.

 Mme+William+Beekman+Ver+Planck+et+son+fils+(1825-30),+Ann+Hall.jpg L'artiste+avec+une+soeur+et+un+neveu+(1828),+Ann+Hall.jpg 65814b15623bcb11b9538730ea24dace.jpg

Ann_Hall_(1792‒1863),_-Mrs._Edwin_Augustus_Post_and_her_children,-_undated.jpg

b4922ca534182b4571290c1e01614712.jpg

8181b6752baa673b06bf6ee6913f581a.jpg

Annunci

2 pensieri su “Arte al femminile (141)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...