Arte al femminile (140)

Amore per l’arte condiviso dalle sorelle Peale (Anna, Sarah, Maria e Margareta)

X_FQNrsUmr2JSjTjdiNHWvQ-34vFNK2_zGKp1fRnzLSAFlgmnwIOGZUn8zym_KYpNlS4=s85.jpg  VuyzGSxcA94C47HNZxImClBMABQOA4UYfqHTpK-JYeZ2hdyEl1-3raWAS-oTt7kMyx6ym28=s85.jpg

Anna Claypoole Peale (1791-1878)è un’artista americana nata nel 1791 a Philadelphia in una famiglia di artisti. Suo padre, James Peale, suo zio, i suoi cugini e le sue sorelle sono tutti artisti. Delle sue sorelle la più conosciuta è Sarah Miriam Peale (1800-1885), pregevole ritrattista, mentre minore fama hanno avuto Maria e Margaretta, dedicatesi alle nature morte. Anna inizia a studiare ritrattistica sotto la guida del padre. A 14 vende i suoi primi dipinti, guadagnando parecchio per quei tempi. Sarah aiuta anche lei il padre, finendo dettagli dei suoi quadri, come pizzi e fiori. Nel 1818 Sarah fa il suo debutto ufficiale, esponendo due ritratti presso la Pennsylvania Academy di Belle Arti, mentre Anna deve interrompere momentaneamente il lavoro per un’infezione agli occhi, che la blocca per vari mesi. Nel 1819 le due sorelle ottengono il permesso di frequentare alcune lezioni di anatomia, facendo eccezione alla regola del tempo, che le precludeva alle donne. Anna e Sarah sono le prime donne a entrare nell’Accademia di Belle Arti di Pennsylvania (1824). Sarah segue il cugino Rembrandt Peale a Baltimora e qui rimane per anni, con qualche tappa a Washington per seguire le sessioni del Congresso americano e ritrarre molti personaggi pubblici. Nel 1829 (a 38 anni) Anna sposa William Staughton, con cui si trasferisce a Washington. Dopo la morte del marito torna a Philadelphia per continuare l’attività nello studio paterno. Nel 1841 (a 50 anni) si risposa con il generale William Duncan e poco dopo si ritira dall’attività artistica. Sarah nel frattempo si stabilisce a St. Louis, dove diventa la prima artista professionista indipendente, che vive unicamente del proprio lavoro. Non si sposa, come le altre sorelle Maria e Margaretta, tutte votate all’arte. Nel 1878, alla morte di Anna, Sarah torna nella casa paterna a Philadelphia, dove rimane sino alla fine.

L’aumento di ricchezza avvenuto negli Stati Uniti a partire dal XIX secolo amplia la clientela che chiede ritratti soprattutto in miniatura.

Anna dipinge circa 140 miniature, nature morte, paesaggi e ritratti a olio. Sviluppa una tecnica particolare per l’uso dell’acquarello su avorio. Suoi lavori si trovano al Metropolitan Museum of Art, al Philadelphia Museum of Art e in varie collezioni private.

Sarah si specializza nella pittura a olio: ritrae soprattutto politici e militari. Dimostra fascino e spirito vivace e la predilezione per i colori brillanti, soprattutto il rosso.Molti suoi dipinti si trovano nel Museo Nazionale delle Donne nelle Arti a Washington.

VR9HhHLy-twKuIjIdkpWrykP8sC9-S3Ig0ZFR_lf9IpfgIVmWpnVrpV4YaV0UllS42dKGBY=s85.jpgbvQjEG4SdgrfXHFv0QSbPEr74QUZVUM6e9toKqSG6YusYT2QDCqLUAeu1tqMc4lnYi05=s85.jpg Mu7gl8PKNmaAdgLub_0fFH0GQZUD0DN56ZyX6WW7OQCSWNR3L2Cjx_VX6jttSXUlPYRwCw=s85.jpg aBn8zLysJ1ZnP7oh0p98v3Qkzb0DK66tX8JVSQmXaFGRMT7WXkGN0JRPcxSnaLR7ge_29A=s85.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...