Arte al femminile (135)

Le donne artiste, come più volte osservato, si specializzano soprattutto nei ritratti, specie in miniatura. Negli Stati Uniti, agli inizi del XIX° secolo,a ritratti che si adattano ai modelli europei, seguono opere con una tendenza più realistica, con visi espressivi, che rivelano lo spirito pragmatico del nuovo paese.

220px-Miniature_Painting,_Sarah_Goodridge_Self_Portrait.jpg

Sara Goodridge nasce nel 1788 a Templeton, nel Massachusetts. Cresce in una numerosa famiglia contadina, è un’autodidatta e insegna per un breve periodo in una scuola locale. Inizia per passatempo a fare ritratti a pastello e ad acquarello ad amici e conoscenti. Pare che abbia imparato a dipingere disegnando figure su cortecce di betulla da lei scavate. Nel 1818 (a 30 anni) si trasferisce a Boston con la sorella Eliza, anche lei pittrice: qui nel 1820 apre uno studio di pittura.

Dipinge ritratti in miniatura di qualità eccezionale, ottenendo abbastanza commissioni da mantenere se stessa e la sua famiglia per diversi decenni. A Boston incontra Gilbert Stuart, famoso ritrattista, che rimane colpito dal suo lavoro. Negli anni seguenti Stuart le offre critiche e suggerimenti, aiutandola a perfezionare gli aspetti tecnici, soprattutto per le miniature su scaglie d’avorio. Riceve commissioni da personalità del tempo, come Daniel Webster (avvocato, politico e oratore famoso, senatore e Segretario di stato per un certo periodo), con il quale mantiene una fitta corrispondenza. Nelle loro 44 lettere si trovano espressioni che suggeriscono che tra i due ci sia un rapporto più profondo rispetto a quello professionale. Webster è un uomo sposato con 3 figli e una relazione extraconiugale può danneggiare la sua carriera, eppure i due continuano a vedersi e Sara dipinge una dozzina di ritratti per lui. La loro corrispondenza non si interrompe mai, neanche dopo il secondo matrimonio di Webster e i suoi gravi problemi finanziari. Sara continua a ritrarre Webster e i suoi figli e lo aiuta economicamente per parecchio tempo. Lavora anche a Washington, dove la troviamo negli anni 1828-1829 e 1841-1842. Trascorre gli ultimi anni a Reading, nel Massachusetts, perché dal 1851 (a 63 anni) ha problemi di vista, che le impediscono di continuare a dipingere. Muore nel 1853 per infarto.

goodridge_sarah-miniature_portrait_of_mrs__solomon_sa~OM471300~10603_20061104_2337_823.jpg 32c3b03001d4da169c0f960460d12051.jpg   49c96939180640be49dc51b7b0cf7a4c.jpg113726b98e20d1a5fb2fee126f3af2b7.jpg 8.jpg

Al Metropolita Museum of Art di New York si trova un suo dipinto ad acquarello, intitolato Beauty Revealed: Self Portrait, un ritratto in miniatura di un seno femminile, quello della stessa Sara, offerto come intimo omaggio a Webster per ricordargli la loro passione. Considerato un pezzo unico nella storia dell’arte degli Stati Uniti, dipinto nella Boston puritana del tempo, il lavoro, eseguito su avorio, fece molto scandalo quando venne scoperto tra i lasciti di Webster e dimostra lo spirito libero e anticonformista di Sara.

Sarah_Goodridge__Beauty_revealed__aquarelle_sur_ivoire__1828._Metropolitan_Museum_of_Art__New_York.jpg

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...