Noi come satelliti…

mG9qhKQXrMicE-Pp5cqcmdg  etxebarria

BEATRIZ E I CORPI CELESTI

Beatriz, la protagonista, racconta la propria vicenda in prima persona, in un alternarsi tra passato e presente. Dopo una tormentata adolescenza, condizionata dall’ammirazione e dall’affetto per l’amica Monica, figura idealizzata e condizionante, Bea decide a 18 anni di trasferirsi in Scozia, a Edimburgo, per studiare l’inglese e specializzarsi in letteratura anglosassone. Dopo un periodo di solitudine, incontra Caitlin, detta Cat, bella, generosa e dal passato doloroso, e Ralph, nobile sfortunato. Bea non riesce a ricostruire una vita indipendente, perché non la abbandona il ricordo di Monica e delle vicende tormentate che ha condiviso con lei. Terminati gli studi decide di tornare a Madrid e cercare Monica, ma l’incontro per lei è sconvolgente: Monica, ricoverata in un centro di recupero per tossicodipendenti, è irriconoscibile ed è solo una tenue parvenza della ragazza di un tempo.

Il romanzo è introspettivo: Bea cerca una propria identità, come molte adolescenti e lo fa inizialmente attraverso eccessi e trasgressioni. Si racconta l’incomunicabilità, la solitudine, l’imperfezione dell’amore attraverso metafore “spaziali”, tra satelliti in mancata comunicazione tra loro e “orbite cimitero”.

Il fatto è che dall’amore, proprio come dalla vita, ci si aspetta sempre di più e non ci si accontenta mai. La mia soddisfazione si limita a momenti circoscritti, probabilmente amplificati dalla memoria, e quasi sempre, nel ricordo, vissuti al buio. I giorni si susseguono e io continuerò a sprofondare a poco a poco in quest’ansia d’infinito, in questa inappagabile sete di assoluto che fa sentire insufficiente qualsiasi cosa…” (pag.28)

Questo romanzo ha destato inizialmente scalpore perché è stato tra i primi a parlare con assoluta naturalezza dell’amore tra donne, senza morbosità, inserendo il tema nel più vasto contesto della ricerca di se stessa da parte della giovane protagonista.

Lucìa Etxebarria è una scrittrice e sceneggiatrice spagnola. Nasce a Valencia nel 1966. Dopo parecchi lavori e una laurea in filologia, pubblica nel 1996 il suo primo libro, “Aguanta esto”, biografia di Courtney Love. Nel 1998 esce il primo romanzo, “Beatriz e i corpi celesti”, che vince il premio Nadal. Ha scritto vari romanzi, poesie e saggi, pubblicati in Italia inizialmente da Guanda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...