Arte al femminile (92)

Dalla metà del XVII secolo in poi inizia uno studio più attento e sistematico della flora e della fauna del Nuovo Mondo e i naturalisti nei loro testi affrontano descrizioni più minuziose e le corredano di illustrazioni più precise che in precedenza. Per queste illustrazioni i naturalisti spesso si rivolgono agli artisti. Non è una novità che gli artisti s’interessino alla rappresentazione della natura: ricordiamo i disegni di Leonardo, gli acquerelli di Dürer o le splendide tavole di Jacopo Ligozzi. Quello che distingue la produzione dei testi in questo periodo, anche per influenza di Linneo, è la stretta rispondenza tra testi e illustrazioni, che non sono un complemento decorativo, ma diventano parte integrante del testo.

Alida Withoos nasce ad Amersfoort (Paesi Bassi) nel 1659 o 1661, la data è incerta. Quarta degli otto figli di Matthias Withoos, pittore rinomato, e di Wendalina van Hoorn, vive le difficoltà legate alla guerra tra Francia e Paesi Bassi. Nel 1672 la famiglia si trasferisce a Hoor, perché i Francesi minacciano di impadronirsi della città di Amersfoort. Alida aderisce alla chiesa riformata con atto ufficiale nel 1670. Viene istruita dal padre, assieme alla sorella Maria e ai fratelli Johannes, Pieter e Frans: diventano tutti attivi come disegnatori di fiori, uccelli, farfalle e altri insetti. Si specializzano in nature morte aventi come soggetti le creature del sottobosco, tanto che queste immagini sono comunemente chiamate “Withoosjes”. Entrata in contatto con ricchi collezionisti di piante, lavora come illustratore botanico. Nel 1687 dipinge il primo frutto d’ananas portato a maturazione nei Paesi Bassi. Esegue illustrazioni per l’Atlante Monincks, contenente 420 acquarelli di piante dell’Orto Botanico di Amsterdam. Alcune delle piante rappresentate sono di recente introduzione in Olanda, come l’aloe, proveniente dal Sud Africa. Nel 1701 sposa il pittore Andries Corneliszoon van Dalen, di dieci anni più giovane. Dopo il matrimonio interrompe l’attività artistica ufficiale, probabilmente per lavorare nella bottega del marito, che si occupa di incisioni. Muore ad Amsterdam nel 1730.

Alida realizza, oltre alle nature morte e alle illustrazioni botaniche, allegorie, ritratti di animali e paesaggi antichizzanti.

Suoi quadri con fiori sono stati accolti in famose collezioni, come il Museo Fabre a Montpellier.

withoos_alida-aconitum_or_monkshood~OM43b300~10157_20150513_3054_249220px-Rosa_'Rosa_Mundi'_illustration220px-Study_of_a_Hanekam_(Celosia_argentea)_Alida_Withoos_(1662-1730)Alida+Withooswithoos_alida-aquilegia_with_butterflies_and_a_sala~OM8d7300~10509_20111012_38A11012_704

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...