Una misteriosa miliardaria

dimore_vuote_02

Estate of Huguette Clark from EmptyMansionsBook.com

Huguette Clark, multimilionaria erede del Re del Rame William Clark, scampata per poco al naufragio del Titanic ma anche al crollo delle Due Torri, muore nel 2011 a New York alla venerabile età di 104 anni. Si spegne fra infermiere e avvocati nella semplice e anonima camera dell’ospedale, in cui si è auto-reclusa vent’anni prima, pur godendo ottima salute e possedendo castelli, palazzi e appartamenti completamente sfitti, ma di cui fa curare in modo maniacale la manutenzione.

Gli autori di questa biografia ci portano attraverso quasi 200 anni di storia americana, facendo riferimento a testimonianze, lettere, atti giudiziari ecc. Il racconto ci fa prima conoscere il padre di Huguette, William Andrews Clark, che con intelligenza, coraggio, spregiudicatezza e intraprendenza riesce ad accumulare una favolosa ricchezza. In un secondo momento introduce la vicenda umana di Huguette, nata dal secondo matrimonio di W.A.Clark, che a 62 anni sposa la ventitreenne Anna La Chapelle. Huguette rimane una figura misteriosa fino alla fine: ama l’arte, dipinge con una discreta tecnica, apprezza la musica. Vive in case immense e magnifiche, coltivando poche amicizie, molto legata alla sorella Andrée, che muore adolescente e alla madre, di cui conserva ogni oggetto come se fosse una preziosa reliquia. Si sposa poco più che ventenne con un coetaneo, da cui si separa dopo pochi mesi, ma con cui rimane in amicizia per tutta la vita. S’innamora di un affascinante avventuriero, ma ne rimane solo amica, sollecitandolo a sposarsi con un’altra. Huguette passa la vita in dimore da favola, in cui la sua presenza è quasi evanescente: il silenzio, la solitudine sembrano le sue dimensioni preferite. Il palazzo Clark, tra la Quinta e la Settantasettesima Strada di New York, è la casa in cui cresce: 3 appartamenti con 121 stanze, 5 gallerie destinate alle opere d’arte, che il padre ricerca con attenzione, un organo elaboratissimo, una fornita biblioteca. La villa di Bellosguardo a Santa Barbara, su un altopiano affacciato sull’Oceano Pacifico, è la residenza estiva, in mezzo ad un magnifico bosco che la nasconde.  Le Beau Chateau è la villa più costosa di tutto il Connecticut, che Huguette compra senza mai andarci ad abitare: nove camere da letto, undici caminetti, un ascensore e persino un locale dove asciugare i tendaggi, per un totale di 1300 metri quadrati, a cui si aggiungono 21 ettari di bosco, con tanto di cervi, tacchini selvatici e fiume privato con cascata. Huguette paga cifre esorbitanti perché le sue “dimore vuote” rimangano perfette nella pulizia, nella disposizione dei mobili e degli arredi vari: nulla deve essere spostato o mutato. Sino in tarda età colleziona bambole per le quali fa costruire una serie di case in miniatura, che commissiona sulla base di disegni precisi, facendole fare persino in Giappone. Molte sono le persone che segue e aiuta per tutta la vita e molte quelle con cui mantiene regolari rapporti epistolari. Alla fine della storia rimane irrisolta la domanda “Chi era veramente Huguette?”. Un libro interessante!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...