Arte al femminile (56)

panorama1

Virginia Vezzi o Da Vezzo nasce nel 1601 a Velletri (ridente città sulle pendici del monte Artemisio, a 40 km da Roma). La città a quei tempi è sotto il controllo politico e religioso di un vescovo di nomina papale. Dal punto di vista artistico siamo nella piena fioritura del barocco romano. Suo padre, Pompeo Vezzi, pittore, si trasferisce a Roma dopo aver compreso il talento della figlia per la pittura e la incoraggia presto a coltivare le proprie doti, permettendole di studiare le tecniche pittoriche e fare apprendistato presso importanti artisti dell’epoca. Pare che Virginia conosca e diventi amica di Artemisia Gentileschi, che ammira molto. Nel 1622 i documenti registrano la presenza della fanciulla in un’abitazione nella “parrocchia degli artisti”, quella di San Lorenzo in Lucina. Negli Stati d’Anime del 1625 si annota che la famiglia Vezzi vive poco distante dalle abitazioni di grandi artisti come Claude Mellan (incisore e pittore francese), Charles Mellin (esponente del Barocco francese), Simon Vouet.  Il pittore e restauratore francese Simon Vouet (considerato uno dei maggiori esponenti del Caravaggismo) la conosce probabilmente a causa di questo rapporto di vicinato e rimane stupito dal talento della ragazza: s’incontrano intorno al 1623, quando Virginia ha sedici o diciassette anni. Il 21 aprile 1626 i due artisti si sposano. Virginia ha l’onore, prima del matrimonio, di essere accolta giovanissima–caso rarissimo a quei tempi- nell’Accademia di San Luca (associazione di artisti fondata nel 1593). Questo riconoscimento indica la percezione pubblica della sua attività artistica e il fatto che sia indicata come autentica professionista. Nel 1627 si trasferisce con il marito a Parigi, dove Virginia rimane sino alla morte, nell’ottobre 1638.

pocket-utopia-3-600   mellan_claude-allegoria_della_pittura_ritratto_di_v~OM8b7300~10576_20070701_020_48 8b563969a00a

Durante il soggiorno a Parigi viene molto apprezzata a corte, soprattutto da Maria De’Medici e dal cardinale Richelieu. Lo storiografo Félibien la descrive dotata di grandi capacità e votata all’apprendimento, con una bella mano e grande versatilità. Virginia ottiene in Francia vari riconoscimenti e la sua reputazione cresce anche nella natia Velletri, tanto che nel 1644 viene ricordata nel Theatro Historico di Velletri dallo studioso Bonaventura Theuli, che ne elogia il talento.

Difficile l’attribuzione dei suoi quadri, molti dei quali firmati dal marito, in base agli usi del tempo.

Di lei si sot­to­li­nea so­prat­tutto la pe­ri­zia nel di­pin­gere in pic­colo for­mato, nell’intaglio e nella pro­du­zione mi­nia­tu­ri­stica, in quei ri­trat­tini che tanto erano in voga a Roma nel se­condo de­cen­nio del Sei­cento. Se pre­stiamo at­ten­zione all’iscrizione in versi che Mel­lan, amico della cop­pia, in­serisce sotto il ri­tratto in­ciso dell’artista ve­li­terna, dob­biamo pre­sup­porre una sua co­spi­cua pro­du­zione pit­to­rica: egli con­si­glia in­fatti di am­mi­rare le sue tele piut­to­sto che il suo viso. Ed è pro­prio gra­zie ai di­se­gni e alle in­ci­sioni di Mel­lan che oggi ab­biamo un’idea della fi­sio­no­mia di Vir­gi­nia, che la rappresenta nell’Allegoria della pittura. Gli stu­diosi hanno più volte ce­duto alla ten­ta­zione di rin­trac­ciare i tratti della gio­vane donna in vari di­pinti di Vouet: le eroine del Vouet in realtà ri­cal­cano un ideale fem­mi­nile dif­fuso nella Roma del terzo de­cen­nio del Sei­cento, quello della vi­go­rosa po­po­lana, in parte idea­liz­zata, dalla bellezza opulenta e dalle forme morbide e generose.

Sue opere si trovano in collezioni private.

82472895   d4729864r 94b6b50a86a3

Annunci

2 pensieri su “Arte al femminile (56)

  1. Pingback: L’Angelo con il simbolo della Passione – Museo Tarantini Brindisi | Brundarte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...