Una piacevole lettura

1366527   image_book

Candace Robb è una scrittrice statunitense nota in tutto il mondo, da molti considerata degna erede di Ellis Peters, autrice britannica nota con disparati pseudonimi e diventata celebre per gialli “medievali”. Nasce nel 1950 a Taylorsville, nella Carolina del Nord e studia a Cincinnati, nell’Ohio, dove si laurea in letteratura medievale anglosassone. Rimane colpita, nel corso dei suoi studi, da Geoffrey Chaucer (poeta, cantante, scrittore, diplomatico inglese del XIV° sec.), interessandosi in modo particolare ai suoi scritti. Attratta da questo autore lo inserisce come personaggio in un suo romanzo, “Il borgo insanguinato”, facendolo cavalcare con il protagonista verso una città sacra nel Galles. Lo stesso Chaucher appare anche nel racconto “La reliquia rubata”. Appena laureata comincia a lavorare al primo dei suoi famosi romanzi, “La rosa del farmacista”. Il protagonista di molte sue storie è Owen Archer, ex arciere gallese, che ha perso un occhio in combattimento, una specie di investigatore ante litteram al servizio dell’arcivescovo di York, John Thoresby. Lavora come editor ricercatore presso il Laboratorio di Fisica Applicata dell’Università di Washington, occupandosi di scienze in generale. Attualmente vive a Seattle con il marito, ma passa molto tempo in Inghilterra e in Scozia per effettuare ricerche di argomento storico.

“La donna del fiume” è un thriller medievale, che fa parte della serie che ha come protagonista Owen Archer. Siamo nel 1367: muore il paggio Daniel, muore Mary, fidanzata di Ned Townley e quest’ultimo è accusato dei due omicidi. Owen, suo amico, deve far luce sulla complessa trama di intrighi in cui Ned è intrappolato e sciogliere il mistero che si nasconde dietro quelle morti. Si rivela un intrigo di corte abbastanza squallido. L’atmosfera cupa di alcune parti contrasta con la descrizione di scene di vita familiare di Owen, con la moglie Lucie, farmacista della città e la figlioletta. All’inizio del libro abbiamo una cartina con i luoghi principali indicati nel romanzo e alla fine c’è una nota storica dell’autrice. La ricostruzione di ambienti ed abitudini del tempo è molto curata. In complesso un buon romanzo, di piacevole lettura, con cui trascorrere alcune ore rilassanti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...