Come liberarsi del proprio principe azzurro…

powers-marcia-grad_la-principessa-che-credeva-nelle-favole2  marcia_grad_7bc0ba935cd8d782d24e3947684f62f3

“La principessa che credeva nelle favole – Come liberarsi del proprio principe azzurro è un libro che consiglio a tutte le donne, perché il mito del principe più o meno azzurro ha perseguitato parecchio l’immaginario femminile. La protagonista è Victoria, una principessa che sin da piccola deve affrontare richieste legate al suo ruolo e deve rinunciare all’espressione delle proprie emozioni, per rispondere a un modello precostituito. Una volta diventata adulta pensa di avere trovato il principe dei suoi sogni, ma, dopo essersi sposata, si accorge che nel suo amato principe convivono due personalità diverse, una amabile e affettuosa l’altra egoista e crudele. Dopo molti tentativi per farsi accettare dal suo compagno, decide di seguire l’invito di uno strano personaggio e intraprendere un lungo cammino, che la porterà, tra molte difficoltà, a recuperare il senso di quello che lei è veramente, di quello che può e vuole fare. Questo libro ripercorre in modo fantasioso la realtà di molte donne che, convinte di avere trovato l’uomo ideale, si accorgono di non essere amate per quello che sono veramente. Superato il dolore Victoria segue il Sentiero della Verità, rischia di annegare nel Mare delle Emozioni, attraversa la Terra delle Illusioni, raggiunge il Tempio della Verità e alla fine capisce che una persona può amare veramente un’altra solo se ama se stessa con tenerezza e accettazione. Il carattere di Victoria e i suoi pensieri sono ben definiti grazie all’esistenza dell’amica immaginaria Vicky, che in realtà non è altro che la sua parte nascosta, la sua confidente, il suo alter ego.Il racconto è interessante, anche se il finale mi è sembrato un po’ troppo “zuccheroso”, pur non essendo a lieto fine, come ci si aspetterebbe da una fiaba.

Devi scegliere di essere felice e non di avere ragione…(pag.85)

Era così abituata a fare tutto per il principe, che doveva ricordarsi in continuazione che stavolta lo faceva per se stessa…(pag.88)

Dopo aver effettuato una scelta, esercitati a essere il più possibile felice, anche se devi far finta di esserlo fino a quando non lo sarai davvero…(pag.93)

Se soffri più spesso di quando sei felice, vuol dire che non è amore, ma qualcosa di differente che ti tiene intrappolata in una sorta di prigione e ti impedisce di vedere la porta verso la libertà, spalancata davanti a te…(pag.102)

A volte bisogna smettere di stare aggrappati e occorre incominciare a muoversi…(pag.121)

Quando permetti ai giudizi degli altri di diventare più importanti dei tuoi finisci per cedere il tuo potere…(pag.177)

Marcia Grad Powers vive in California. Di lei si sa poco, se non che è specializzata in psicologia, tiene seminari presso scuole e università, insegna tecniche di crescita personale a gruppi di professionisti. Ha scritto vari libri di successo, tra cui “Il cavaliere che aveva un peso sul cuore”, che ha ottenuto grande successo, anche se non paragonabile alla storia della principessa Victoria, presentata la prima volta in Italia nel 1998 dalla casa editrice Piemme.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...