Arte al femminile (5): arte e scienza insieme…

maria-sibylla-merian-540x540normal_Merian-Maria-Sibylla-Sibyllaaniok-thorncicade-Sun

normal_Merian-Maria-Sibylla-Sibyllaulti-colour-aneMeri-Sun Merian+Insects+of+Surinam

Nel corso del Seicento si afferma, soprattutto nel nord Europa, una ricca borghesia mercantile, che ci tiene a dimostrare la propria ricchezza e ad arredare con eleganza le proprie case. I pittori vengono chiamati per fornire quadri con soggetti nuovi e decorativi. In questa prospettiva si sviluppa il genere della “natura morta”. In Olanda, dove si ha un periodo di fioritura economica, si affermano anche alcune pittrici, come Clara Peeters, Maria Van Oosterwuck, Rachel Ruysch. Un caso particolare è però rappresentato da Maria Sybilla Merian, che diventa così brava nell’illustrazione di piante ed animali, da essere inviata dalle autorità olandesi nella colonia del Suriname, per una spedizione scientifica.

Maria Sybilla Merian :Nata a Francoforte nel 1647, figlia di un incisore ed editore svizzero, rimane orfana di padre a soli 3 anni. La madre si risposa con un pittore, che insegna a Maria le tecniche del disegno, della pittura ad olio, dell’acquarello e dell’incisione. A 13 anni incomincia a dipingere immagini di insetti e piante:

« In gioventù mi dedicai a ricercare insetti: cominciai con i bachi da seta nella mia città natale di Francoforte. Osservai poi che essi, come altri bruchi, si trasformavano in belle farfalle notturne e diurne. Questo mi spinse a raccogliere tutti i bruchi che potevo trovare per osservarne la trasformazione. Ma, per disegnarli e descriverli dal vero con tutti i loro colori, ho voluto esercitarmi anche nell’arte della pittura. »

Si sposa a soli 18 anni con un allievo del patrigno e si stabilisce a Norimberga, iniziando in modo sistematico lo studio degli insetti, in contrasto con le superstizioni del tempo, per cui gli insetti erano “bestie diaboliche”. In particolare segue il processo di trasformazione dei bruchi in farfalle, pubblicando libri dalle bellissime immagini. Studia gli stadi di sviluppo di ben 176 farfalle e delle piante dai cui fiori traggono alimento.

Separatasi dal marito, si trasferisce in Olanda, vivendo in una comune protestante. Qui continua le sue ricerche, ma non riesce ad adattarsi alla rigida disciplina della comune.

Va ad Amsterdam, in una casa frequentata da naturalisti e collezionisti e costruisce un proprio laboratorio.

Nel 1699, con il supporto economico procuratole dal borgomastro di Amsterdam, parte con le figlie per la colonia del Suriname. Dopo 3 mesi di navigazione si stabilisce nella capitale della colonia. Aiutata dagli indigeni amerindi esplora le foreste della colonia, scoprendo rari esemplari di piante, fiori, frutti, specie di insetti, di uccelli, di serpenti, di conchiglie. Si interessa anche delle proprietà medicinali delle piante. Al ritorno da ogni spedizione disegna e prepara tavole con le riproduzioni di quanto aveva osservato e catalogato.

Nel 1701, colta dalla febbre gialla, è costretta a tornare in Olanda. Nel 1705 esce ad Amsterdam la “Metamorfosi degli insetti del Suriname”, l’opera più bella mai dipinta in America.

« Realizzando quest’opera, non ho mirato al guadagno, contentandomi di rifarmi delle spese sostenute. Non ho badato a spese per eseguire quest’opera. Ho fatto incidere le tavole da un celebre maestro e ho procurato al libro la carta migliore per portare soddisfazione e piacere non solo agli amatori dell’arte ma anche agli amatori degli insetti e sono felice sentendo di aver raggiunto il mio scopo e di aver loro procurato della gioia. »

Muore d’infarto nel 1711.

Le sue tavole con le illustrazioni di piante, insetti, ragni, fiori tropicali sono molto ricercate dai collezionisti di tutto il mondo. Quando esistevano ancora i Marchi, nella Repubblica Federale Tedesca, la banconota da 500 mostrava un ritratto della naturalista, considerata una delle più importanti donne nella storia della Germania e della ricerca scientifica in generale.

Questa artista testimonia un percorso non facile di indipendenza economica e culturale, raggiungendo un livello di altissima professionalità in un’attività ai confini tra arte e scienza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...