Importanza di una sorella

Immagine  Immagine

“Il cappotto del turco” è uno dei primi romanzi della nota scrittrice e regista, pubblicato dalla Feltrinelli nel 1997. Il libro parla del difficile rapporto tra due sorelle, Maria e Isabella, tanto diverse tra loro. Maria è rigorosa, tenace negli studi e desiderosa di costruire una famiglia. Isabella è scintillante e avventurosa. Entrambe si impegnano politicamente negli anni ’70, buttandosi anima e corpo nelle vicende del tempo. A un certo punto Maria si stabilisce a Roma, in un piccolo appartamento sempre aperto agli amici: ha un compagno e un figlio. Isabella invece se ne va in giro per il mondo, non dando più notizie di sé. Un giorno bussa, alla porta di Maria, Mehmet, un rifugiato politico turco, che Isabella chiede di ospitare per qualche giorno. Attraverso Mehmet Maria impara a conoscere la sorella, di cui il turco racconta esperienze ed emozioni. Mehmet porta allegria e sapori orientali, ma sparisce improvvisamente, così com’è venuto, lasciando solo un cappotto appeso tra i vestiti. Isabella e Maria si ritrovano, ma la vita travolgerà di nuovo le due sorelle.

Questo romanzo è profondo e il tema centrale è l’importanza del legame tra sorelle, spesso trascurato o sottovalutato.

“Non so perché non si riesca ad aiutare le persone che si amano di più, si pensa che c’è sempre un tempo per farlo. Il nostro amore ci pare uno scudo che le renderà invulnerabili. Qualcuno ha detto che l’amore non esiste, esistono solo le prove d’amore. Credo sia vero.”

Cristina Comencini è figlia del regista Luigi Comencini e di una principessa napoletana. Esordisce come attrice, ma non è molto attratta dal lavoro d’ interprete. Dopo la laurea in Economia e Commercio, collabora a lungo con il padre in veste di sceneggiatrice. Nel 1989 firma il suo primo film,” Zoo”, con la debuttante Asia Argento: una fiaba sulla figlia di un guardiano notturno di uno zoo che diventa amica di uno zingarello. Passa a film più impegnativi: “I divertimenti della vita privata”, con Giancarlo Giannini e Vittorio Gassman, “La fine è nota”, tratto da un romanzo americano. Il successo arriva con la trasposizione cinematografica del romanzo “Va’ dove ti porta il cuore”, best-seller della Tamaro. Il tema delle ragioni del cuore si ritrova nei film successivi: “Matrimoni” e “Liberate i pesci”.

Si dedica intanto alla scrittura di romanzi: “Pagine strappate”, “Passione di famiglia”, “Il cappotto del turco” e “Matrioska”, ritornando alla regia con “Il più bel giorno della mia vita”, in cui scava nella sessualità di una famiglia borghese. Nel 2005 ottiene la nomination all’Oscar con “La bestia nel cuore”, in cui affronta il delicato tema degli abusi sessuali in famiglia. Nel 2006 passa al teatro, rappresentando la propria commedia: “Due partite”.

Le ultime produzioni sono due film: uno divertente, “Bianco e nero” e l’altro drammatico, “Quando la notte”.

“Il suo è un cinema fatto di sguardi perduti e storditi, di persone comuni, catturate dalla cinepresa, che si intersecano come aggrovigliati fili di un’unica matassa che li condurrà, sempre e comunque, a compiere un particolare disegno della loro vita. Alla Comencini non interessa fare film politici o sociologici, vuole raccontare innanzitutto il lato nascosto della laicità italiana, avventurandosi nei loro sogni proibiti o nei loro peccaminosi segreti, per rivelarli con un linguaggio diverso.”

Annunci

2 pensieri su “Importanza di una sorella

  1. Con il tempo i legami d’amore sfumano perchè la vita non è solo come una foto in bianco e nero ma ricca di colori diversi e lo sono pure le nostre certezze.Impari il colore dell’amore per le sorelle che è l’arcobaleno che compare dopo un temporale e ti dà serenità e gioia.Un pensiero da tua sorella

    • In effetti, dopo le divergenze adolescenziali, il rapporto tra sorelle si recupera in una nuova dimensione. Entrano in gioco, oltre all’affetto, anche complicità e comprensione legate al comune destino di donne…un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...