Un libro nato dalla passione per la condivisione di ricordi

Immagine– Una giovane donna conduce un laboratorio di scrittura e quattro donne anziane lo frequentano. Nasce così il testo di Adriana Lorenzi, una costruzione polifonica: alla voce e alle riflessioni della giovane conduttrice: “Quando la vita sta più alle proprie spalle che davanti agli occhi, cosa c’è di meglio che ricordare?”, si alternano le voci di quattro signore già avanti con gli anni, donne che hanno il coraggio di scrivere sui propri vissuti spesso conservati in un passato taciuto.Un libro forte e allo stesso tempo delicato, fatto di confidenze difficili da condividere, di vecchi ricordi che si mantengono freschi perché la loro freschezza non è data dalla prossimità nel tempo, ma dall’intensità con cui continuano nella psiche. Secondo l’autrice “le parole attirano altre parole” e le idee attirano altre idee, la sensibilità presente in un testo incrementa la sensibilità di chi legge. Questo è un libro sull’amore per le parole, sull’importanza dello scrivere per mantenerci umani, fedeli ai valori che ci appartengono.Il libro di Adriana Lorenzi è un invito alla lettura silenziosa, alla scoperta delle emozioni nascoste dai rumori quotidiani.- (commento di Christina de Calda Brito)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...